La storia del rock all’interno della storia del mondo” ha detto il sindaco Marino a proposito del concerto dei Rolling Stones al circo Massimo di Roma. I Rolling Stones come Beethoven nell’epoca napoleonica o Wagner nell’ottocento, segno di grandi cambiamenti storici? Improbabile… in tribuna ci sono tutti i vip, ma proprio tutti, compreso Grillo, dunque un evento musicale che esprime non la rottura ma l’establishment. Andare oltre per restare fermi dunque.
La frase di Marino è un’iperbole, la stessa iperbole che spinge tanti ragazzi a definire “leggenda” o “mito” un bravo calciatore, nasce dal voler rendere eccezionale ciò che realisticamente non lo è, voglia di grandezza in una condizione di privazione.

Ma il grande spettacolo sta per terminare, presto saranno ragazzi senza pallone e senza rock a ricondurci duramente alla storia vera, quella che si gioca con altri giocatori e che ha ben altri allenatori.

Giuliano Buselli

Commenti

Lascia un commento

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *