In questa intervista non c’è traccia di politica. Colpa del giornalista probabilmente, visto che le domande vertono sul gossip. Ho l’impressione però che le opposizioni post-moderne si limitino a criticare i difetti delle maggioranze piuttosto che proporre alternative, perché non le hanno.

È il pino pericoloso per l’uomo, non è l’uomo che ha costruito intorno al pino, compromettendone l’apparato radicale.