L’uomo è il centro di tutte le cose? Questa è una domanda legittima e tutt’altro che scontata. In un momento quale quello attuale, l’umanità inizia a rendersi conto che le risorse non sono illimitate e che occorre una nuova mentalità, un nuovo modo di approcciare la sostenibilità dello sviluppo della razza, compatibile con l’intero ecosistema nel quale viviamo. Continua a leggere

Non passa giorno, ormai, che non ci tocca apprendere, leggendo le cronache dei giornali o guardando i Tg, dell’avvenuto omicidio di qualcuno. Quotidianamente la cronaca riporta almeno 2-3 omicidi o atti di teppismo o di bullismo. Ciò che colpisce non è solo l’aumento della frequenza di questi tragici avvenimenti quanto la futilità delle motivazioni. Quasi sempre, infatti, il gesto estremo è dettato da incomprensioni, antipatie, invidie, gelosie spicciole. Si uccide per un parcheggio conteso, per una sosta abusiva, per una sigaretta negata, per delle urla di troppo, per uno sguardo mal interpretato. Continua a leggere

In questa società in cui spesso mal-viviamo anche il tempo sembra essere diventato mal-tempo. Da che mondo è mondo il susseguirsi delle stagioni si caratterizza per la variabilità del tempo che non è mai stato “mal” ma semplicemente “tempo”. In primavera le piogge vanno a scemare e il sole inizia a riscaldarci gradevolmente, in estate l’intensa calura asciuga il freddo che abbiamo accumulato nel corso dell’inverno, in autunno l’aumento delle piogge rifocilla un terreno arso dal sole estivo, regalandoci un pò di umidità e in inverno il gelo avvolge e conserva tutto. E’ sempre stato così. Continua a leggere