La morte di Kim Jong-il, presidente della Corea del Nord, avvenuta ieri è passata un pò velocemente sotto i nostri occhi, quasi inosservata, se non fosse per quelle immagini di pianto collettivo dei suoi sudditi che abbiamo visto passare sugli schermi dei nostri televisori.
Eppure la sua morte ha messo in allarme Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti mentre la borsa di Tokyo ha chiuso con una perdita dell’1,26% per paura di una crescita dell’instabilità dell’area. Continua a leggere

Game over. La scritta è apparsa da tempo sul monitor della nostra nazione ma continuiamo a far finta di nulla, crediamo ancora che “tanto qualcuno ci penserà”, che risolverà il problema, che ci verrà concesso un altro giro di giostra. Si chiami Monti, Berlusconi o chissà come domani. Ma il tempo è scaduto, la ricreazione è finita, la realtà ha fatto irruzione nelle nostre vite. Continua a leggere

Capita più o meno a tutti, di tanto in tanto, di trovarsi faccia a faccia con una situazione imprevista che si manifesta improvvisamente nella realtà.
Non parlo di un evento fortuito, come può essere una bestiola che mentre stiamo guidando ci attraversa la strada e ci costringe a frenare di colpo.
Alludo invece a fatti che, se prima si ritenevano solo teorici e comunque relegati al limbo delle possibilità sufficientemente remote, irrompono nella vita reale sconvolgendone gli scenari. Continua a leggere