Non mi hanno stupito gli insulti del vicepresidente del Senato Calderoli al ministro Kyenge, il curriculum del personaggio in questione è lastricato di espressioni razziste e di gesti di intolleranza e disprezzo nei confronti del diverso. Mi ha stupito molto di più, invece, la risposta del ministro all’integrazione, una risposta a mio giudizio sbagliata, che avalla un atteggiamento molto diffuso nella società post-moderna italiana: il gioco di ruolo. Continua a leggere

La notizia della nascita di un nuovo partito ambientalista chiamato “Green Italy” mi fa sorridere. La politica è contrapposizione di interessi ma sul tema dell’ambiente non troverete mai un partito che non sia disposto a parole a rispettarlo, dunque non essendoci conflitto non c’è neanche consenso, pertanto un partito ambientalista è inutile perché non potrà mai raggiungere percentuali di consenso significative. Continua a leggere

L’alibi della crisi economica non regge più. L’abbiamo sentito troppe volte e per un pò di tempo ci abbiamo finanche creduto ma agli imprenditori veri e onesti, che si misurano ogni giorno con la realtà (al contrario dei politici che si misurano con la virtualità), il mantra che vuole attribuire alla crisi economica l’origine dei propri problemi non fa più alcun effetto. Continua a leggere