In questi ultimi tempi mi capita spesso di riflettere sul rapporto tra uomo e risorse e su quale sia il modello migliore per garantirne uno sfruttamento sostenibile ed accessibile ai più. Il secolo scorso è stato teatro di battaglia tra due opposte concezioni politiche, quella liberale e quella comunista, che mettevano in campo due diverse strategie di gestione delle risorse. Continua a leggere

E’ tempo di elezioni e l’avvio delle campagne elettorali coincide quasi sempre con la cancellazione del passato. Le campagne elettorali hanno il potere di rigenerare i candidati, di compiere quella “rivergination” (per citare il titolo di un libro di successo di Luciana Littizzetto) tanto ricercata ma quasi mai posseduta dall’aspirante eletto. Continua a leggere

L’uomo è il centro di tutte le cose? Questa è una domanda legittima e tutt’altro che scontata. In un momento quale quello attuale, l’umanità inizia a rendersi conto che le risorse non sono illimitate e che occorre una nuova mentalità, un nuovo modo di approcciare la sostenibilità dello sviluppo della razza, compatibile con l’intero ecosistema nel quale viviamo. Continua a leggere