La settimana scorsa due trasmissioni televisive “Annozero” ed “Exit” ci hanno restituito uno spaccato dell’Italia nell’anno 2010. Anno Zero ha acceso i riflettori sul Nord, Exit sul Sud. Uno spaccato, appunto, non la realtà nella sua interezza ma qualcosa che le assomiglia molto e che mi ha spinto alle riflessioni che di seguito riporto. Continua a leggere

Io faccio il tifo per il vulcano islandese Eyjafjallajökull. È bene che ogni tanto la natura, indifferente, imparziale e moralmente amorale, ricordi all’uomo, che nella sua demenziale ubris, sta diventando la bestia più stupida del Creato, non è il padrone del mondo. Il vulcano islandese esplose già, con la stessa violenza, due secoli fa ma nessuno se ne accorse tranne i pochi abitanti di quelle terre lontane, mentre oggi sta mandando in tilt l’intero pianeta. Continua a leggere

Sono sempre più convinto di vivere in un Paese analfabeta dal punto di vista della democrazia. Non tanto perché ci sia un governo con tendenze autoritarie (cosa peraltro vera) ma perché lo scarso senso di democrazia è proprio, innanzitutto, dei cittadini di questo Paese e poi, di conseguenza, dei loro rappresentanti. Non c’è bisogno di andare molto lontano per accorgersene. Continua a leggere