Dopo aver partecipato ai convegni organizzati dal comitato “Difendiamo il Paesaggio, Cleto bene comune” e aver avviato il primo atto dell’iniziativa “Cletomania”, consistito nell”invio di e-mail al sindaco di Cleto con l’intento di dissuaderlo dall’intenzione di portare avanti un progetto insensato, vi proponiamo di aderire alla fase 2.

Domenica 24 giugno, infatti, si terrà una gita di una giornata per far scoprire, a chi non lo conoscesse e farlo riscoprire a chi lo conosce già, uno dei centri storici più belli del Sud Italia: Cleto. Un piccolo borgo in provincia di Cosenza, vicino Amantea, che Ereticamente insieme col comitato “Difendiamo il Paesaggio, Cleto bene comune” e Orme nel Parco, ha scelto di difendere e salvaguardare.
L’iniziativa ha lo scopo di far conoscere e promuovere turisticamente l’antico borgo calabrese ma anche di dissuadere l’amministrazione comunale dall’intenzione di costruire quella strada che rischia di deturpare e cambiare per sempre il volto di uno dei centri storici più belli che abbiamo.

Il programma della giornata prevede:

* ore 15.30 ritrovo in piazza Aldo Moro a Cleto
* ore 16.00 visita guidata del centro storico e del suo bellissimo castello
* ore 18.00 degustazione di prodotti enogastronomici presso piazza Forgia (5,00 euro a persona)
* ore 19.00 IN CONTRO conclusivo presso la sede dell’associazione CletArte a cura del blog ereticamente.it con Massimiliano Capalbo (Presidente di Orme nel Parco) e Nuccio Cantelmi (curatore del blog Ereticamente.it)

Vi aspettiamo numerosi, rendere la Calabria un posto migliore dipende da ciascuno di noi.

Per maggiori informazioni e per prenotare la vostra partecipazione utilizzate la seguente mail prenotazioni@ormenelparco.it o i seguenti numeri di telefono: 0961.731290 – 334.3363690

Commenti

Lascia un commento

2 commenti
  1. nefeli
    nefeli dice:

    Ho scoperto questo blog tramite la segnalazione su twitter dell'iniziativa "Cletomania". Sono della provincia di Reggio e mi sarebbe piaciuto partecipare a questa iniziativa, ma in questo momento non mi è possibile. Spero che ci sia la stessa mobilitazione per altre cause di deturpamento e inquinamento ambientale in tutta la Calabria: è un ottimo modo di smuovere gli animi e salvare la nostra terra. Complimenti per l'iniziativa!

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] e tre i casi ha ottenuto ampi consensi e raggiunto gli obiettivi prefissati. Lo abbiamo adottato a Cleto, a Serra San Bruno e a Monasterace. Al terzo indizio possiamo cominciare a parlare di prova. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *