L’americano (si intende quello medio, senza grande individualità) pone nel denaro il centro della propria vita, essendo il successo economico per l’etica protestante un segno del favore divino. Così, se non hai soldi in USA non vali niente, sei un fallito. Il denaro diventa di conseguenza esso stesso una divinità, è la vera religione americana.
Il tedesco invece, dai tempi di Lutero, venera l’obbedienza; “cuius regio eius religio” significa che devi obbedire a chi comanda dove abiti, così il tedesco segue sempre fino alla fine il proprio capo, come è successo con Hitler. Il tedesco non discute mai le regole, non si pone il problema se sono giuste o sbagliate, lui venera l’obbedienza in quanto tale. Solo al capo spetta discernere il bene dal male e il capo è il responsabile di tutto.
L’uomo mediterraneo (almeno quello della sponda nord, il mondo arabo è una realtà a se stante) rappresenta invece la cicala, a lui piace semplicemente vivere. Per lui la vita è donarsi interamente ai cinque sensi, la vita meridiana è, appunto, vita.
Che il referendum greco sia il primo indizio del riemergere di un tipo umano che è stato sepolto dallo sviluppo economico degli ultimi due secoli?

Giuliano Buselli

Commenti

Lascia un commento

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *